Seleziona una pagina

Cos’è la cataratta? Come accorgersi che è in arrivo? Come rallentarla? Quando operarla? Cosa aspettarsi? Come vedrò dopo?

Queste sono le più frequenti domande che i pazienti si pongono relative alla cataratta e a cosa fare per dire addio a questo disturbo, che rappresenta la malattia oculare più diffusa.

La Dr Letizia Mansutti, oculista a Milano, in questo VIDEO esplicativo illustra come si gestisce la cataratta.

La definizione: di che cosa si tratta? La cataratta è un offuscamento del cristallino, che determina una riduzione progressiva della vista.

2021-10-Letizia-Mansutti-Oculista-Milano-Offuscamento-Visivo-Cataratta

La Dr Letizia Mansutti propone questa Immagine illustrativa per mostrare lo scatter della luce generato dal cristallino opacizzato (cataratta).

La cataratta si manifesta spontaneamente nelle persone anziane, aventi un’età superiore ai 65 anni.

Può anche insorgere in soggetti:

  • Diabetici;
  • Che hanno utilizzato prodotti cortisonici;
  • A seguito di un trauma all’occhio;
  • Maggiormente predisposti a un’insorgenza giovanile, ereditaria;
  • Esposti in modo prolungato e non protetto ai raggi del sole.

E’ importante sapere che la cataratta può essere curata solo chirurgicamente.

I sintomi più comuni della cataratta includono

2021-10-Letizia-Mansutti-Oculista-Milano-Offuscamento-Visivo-Cataratta

Immagine illustrativa proposta dalla Dr Letizia Mansutti, oculista a Milano, per mostrare l’offuscamento visivo generato dalla cataratta.

Essendo la cataratta un disturbo oculare ampiamente diffuso nella popolazione – statisticamente in Italia il numero di pazienti operati supera i 650.000, è bene riconoscerne tempestivamente i sintomi.

Tra i principali:

  • annebbiamento indolore della vista;
  • sensibilità alla luce;
  • necessità di frequenti cambiamenti delle lenti (miopizzazione);
  • doppia visione da un occhio;
  • necessità di luce più intensa per la lettura;
  • scarsa visione notturna;
  • ridotta percezione dei colori, che appaiono più giallognoli.

Informazioni Cataratta: pregiudizi e luoghi comuni

Risulta fondamentale, in ottica di prevenzione, dire addio ad alcuni pregiudizi e luoghi comuni legati alla tematica.

Si sente spesso definire la cataratta come una pellicola che copre l’occhio, la quale si sviluppa a causa di un affaticamento visivo,  che può passare da un occhio all’altro, dando origine a una forma di cecità irreversibile oppure che deve essere completa o “matura” per poter essere rimossa.

Si tratta di informazioni non veritiere, per cui è necessario il confronto con un esperto in materia che possa rimuovere tutti gli eventuali dubbi.

Come si sviluppa

La quantità e la sede dell’annebbiamento del cristallino possono variare. Se l’annebbiamento non compare vicino al centro del cristallino, la presenza della cataratta può anche passare inosservata.

La velocità con cui si sviluppa una cataratta è soggettiva, dipende da persona a persona e può addirittura variare da occhio a occhio. Pertanto non è possibile prevedere esattamente la sua velocità di crescita. Di solito comunque, la cataratta avanza gradualmente negli anni.

2021-10-Cataratta-Progresso-e-Sviluppo-Letizia-Mansutti-Oculista-Milano

Informazioni utili sulla cura della cataratta

Non esistono medicinali, integratori alimentari, esercizi o strumenti ottici in grado di prevenire o curare la cataratta. L’intervento chirurgico è attualmente l’unico metodo disponibile per rimuoverla. Tuttavia, se il calo visivo causato dalla cataratta non è importante, la sostituzione delle lenti degli occhiali può migliorare la vista. Alcuni integratori e colliri hanno una modesta azione di contrastare l’opacizzazione del cristallino. Inoltre, proteggersi contro la luce solare eccessiva (i raggi UV) può essere d’aiuto nella prevenzione e nel rallentamento della progressione della cataratta.

Informazioni sull’intervento: quando è necessario operare la cataratta

 

2021-10-Paziente-Affetta-da-Cataratta-Informazioni-Utili-Letizia-Mansutti

L’intervento chirurgico di cataratta deve essere preso in considerazione quando la cataratta provoca un calo visivo rilevabile. Ma, in genere, è il paziente che si accorge che la sua capacità visiva è divenuta insufficiente per svolgere il proprio lavoro o per guidare l’automobile agevolmente, o per leggere o guardare la televisione senza fatica. Si deciderà insieme all’oftalmologo qual è il momento più appropriato per l’intervento chirurgico.

Quali sono i risultati attesi dall’intervento chirurgico In Italia? Ogni anno oltre 650.000 persone si sottopongono a intervento chirurgico di cataratta, e il 95% di questi interventi è privo di qualunque complicazione.

Risultati post chirurgia

2021-10-Dottoressa-Letizia-Mansutti-Cataratta-Occhio

L’intervento alla cataratta ha un’alta percentuale di successo: la vista migliora in oltre il 90% dei casi, a meno che non esistano dei problemi correlati alla cornea, alla retina o al nervo ottico. Già dal primo giorno postoperatorio si ottiene una visione pressoché definitiva.

Cookie Policy -  Privacy Policy