Seleziona una pagina

Le palpebre sono una zona molto delicata del viso. Le irritazioni in questa zona sono piuttosto comuni.

La blefarite, l’eczema, la rosacea e la psoriasi sono le più comuni cause di dermatite pelpebrale.

La Dottoressa Mansutti ti aiuta ad orientarti nella diagnosi.

Irritazione palpebre: capire qual è il problema

Nei casi di irritazione alle palpebre o dermatite, l’oculista è lo specialista di riferimento per capire di quale affezione si tratti ed orientare nella diagnosi.

Ecco le più frequenti cause di dermatite palpebrale.

Blefarite

irritazione palpebre blefarite
Blefarite

Si tratta di un’infiammazione che si distingue per la comparsa di arrossamento, gonfiore o bruciore nelle aree adiacenti all’occhio. Si riconosce anche per la formazione di squame untuose lungo il margine delle palpebre.

La blefarite può essere seborroica o anche un’infiammazione localizzata. Deve essere trattata con antibiotici e disinfettanti.

Eczema

irritazione palpebre eczema
Eczema

Questo tipo di irritazione alle palpebre può essere dovuto a una reazione di tipo allergico di origine alimentare o ad agenti presenti nell’area, come pollini o polvere. In questo caso specifico, quando l’irritazione colpisce gli occhi, può essere una reazione allergica ad alcuni profumi, nichel, a conservanti presenti nel make-up o nei prodotti per la pelle. Può essere presente anche in alcuni conservanti contenuti nei colliri o nei liquidi per lenti a contatto.

Rosacea

irritazione palpebre rosacea
Rosacea

La rosacea è una malattia infiammatoria che colpisce esclusivamente la cute del viso. Nei casi in cui colpisce gli occhi, questi appaiono irritati e gonfi, con pustole e blefarocongiuntivite marginale.

Le cause della rosacea sono ancora da determinare, ma sono presenti diversi fattori che sembrano essere all’origine di questa patologia. Tra queste troviamo la predisposizione genetica, infiammazioni batteriche e problemi a livello del sistema immunitario.

I più colpiti da questa irritazione alle palpebre sono soggetti che hanno tra i 30 e i 50 anni, con pelle chiara, donne in menopausa e fumatori. Fattori aggravanti di questa condizione sono il sole, il vento e lo stress, ma anche l’assunzione di alcool, cibi piccanti o particolarmente caldi.

Tra i sintomi oculari della rosacea ci sono l’edema, la fotofobia, lacrimazione e senso di corpo estraneo. Altri sintomi tipici sono le vampate di calore al volto, pelle secca e ispessita e vasi sanguigni visibili.

Per curare la rosacea è necessaria una cura tramite antibiotici e antinfiammatori, oltre a impacchi con appositi detergenti, creme lenitive e correttori. Si consiglia caldamente una crema ad alta protezione in caso di esposizione al sole.

Le teleangectasie si possono trattare con il laser o la luce pulsata. 

Psoriasi

Psoriasi

La psoriasi è una malattia immunitaria piuttosto comune, che può interessare qualsiasi zona della cute, come gomiti, ginocchia, pancia, cuoio capelluto e palpebre.

Quando colpisce gli occhi, può causare prurito, crostini e arrossamento.

In genere bisogna conviverci tutta la vita. Oltre alla terapia sistemica o biologica prescritta dal dermatologo e la fototerapia, sulle palpebre danno giovamento creme emollienti. Tutte le malattie descritte hanno manifestazioni oculari simili e presentano arrossamento e irritazione delle palpebre

Tutte le malattie descritte hanno manifestazioni oculari simili e presentano arrossamento e irritazione delle palpebre.

La diagnosi differenziale non è sempre facile e necessita di una valutazione oculistica e dermatologica, con esami specifici.

Per ulteriori informazioni sull’irritazione palpebre, contatta la dottoressa Letizia Mansutti.